Biopulizie.

Vacanze: tempo di riposo, relax, tempo da dedicare a ciò che amiamo e a ciò che ci fa star bene. Ma vacanze significa anche spesso: prendersi il tempo di portare a termine alcuni lavori troppo a lungo rimandati per mancanza di tempo o voglia. Le mie vacanze, quindi, inizieranno con una bella pulizia a fondo della casa, che tralascio ormai dallo scorso inverno.

Proprio per questo ho deciso di raccogliere un po’ di informazioni che mi aiutino nella pulizia “come piace a me”. Il che significa: nel rispetto dell’ambiente esterno, dell’ambiente casa e dei suoi abitanti. E’ noto che la detersione tradizionale è nemica della natura, ma non tutti sanno che l’uso di prodotti estremamente concentrati, soprattutto in forma spray, di deodoranti e detergenti con a base di sostanze particolarmente aggressive aumenta notevolmente anche l’inquinamento domestico. Il sito biodetersivi.altervista.org raccoglie una serie di interessantissime ed utili informazioni in fatto di “bio pulizie”: da questa fonte attingo i dati per questo contributo ed anche i consigli per le mie prossime pulizie.

Innanzitutto parliamo degli ingredienti, di quelle sostanze naturali che possiamo utilizzare per la pulizia. Si tratta di prodotti che tutti conosciamo e di facile reperibilità, sostanze che nella maggioranza dei casi, abbiamo già nelle nostre dispense. Partiamo quindi con l’aceto – io preferisco quello di mele, che ha un profumi più gradevole – nemico di grasso, calcare ed incrostazioni, amico invece di vetri e cristalli, che pulisce senza lasciare aloni. Passiamo poi all’acido citrico: non serve che vi procuriate una cassa di limoni! L’acido citrico si trova sottoforma di polvere in drogheria o in farmacia, ad un prezzo accessibilissimo. Si tratta di un acido più forte dell’acetico, inodore e facilmente solubile, meglio se in acqua calda. Inoltre, è amico dell’ambiente, perché crea meno rifiuti dell’aceto, non essendo conservato in bottiglia. E come dimenticare il bicarbonato? Chi non ha in casa una scatolina di questa meraviglia, indispensabile nella purificazione della frutta e della verdura da eventuali tracce di trattamenti chimici, ma anche ottimo aiuto nel lucidare l’argento, per pulire a secco i tappeti, rimuovendo qualsiasi odore, per ridurre la formazione del calcare, anche nella lavatrice e nella lavastoviglie. Il sito biodetersivi.altervista.org rivela tutti i segreti di queste ed altre sostanze, facendoci capire che: non sono necessari mille prodotti diversi per avere una casa pulita ed igienizzata; che la minore aggressività delle sostanze naturali rispetto a quelle di sintesi non inficia la loro efficacia, che può essere aumentata semplicemente lasciando alle sostanze naturali il tempo di agire; che le pulizie naturali sono amiche dell’ambiente, della nostra salute, ma anche del nostro portafoglio.

Per approfondire quanto vi ho accennato vi rimando al sito più volte citato biodetersivi.altervista.org e vi invito a condividere con Baciditrama le vostre esperienze di biopulizie estive.

Buone vacanze!